Ospf Lezione

È un link state routing protocoll, ogni router della rete ha la conoscenza completa di tutta la rete.
Dopo che ha questa conoscenza il protocollo lancia un algoritmo per decidere i percorsi migliori.

11.1.4

Ogni grafo del nodo ha un identificativo che è l'ip stesso. Se il router dovesse cambiare l'identificativo ogni volta che un'interfaccia va su e giù ci sarebbe instabilità nella rete. Per questo motivo viene creato un'interfaccia di loopback a cui viene dato un indirizzo ip.

L'algoritmo scelto è quello di djiastra perchè ospf ha come metrica la banda.

Per attivare ospf bisogna dare il comando

R1(config)#router ospf 1
R1(config-router)#network 172.16.1.16 0.0.0.15 area 0

Il numero 1 identifica il processo.

All'interno dell'aerea si usa l'algoritmo del cammino minimo, per le aere esterne si usano i router di frontiera che comunicano con altri autonomus system. Per definire l'A.S. si usano le aree come si vede sopra. L'area 0 comunica con tutte le aeree

Per visualizzare i vicini il comando è
show ip

OSPF è il protocollo più utilizzato. La lettera che identifica nelle rotte è la lettera O.

11.3.1 Metrica

C'è la formula per calcolare il riferimento.
Ogni router comunica il costo dei propri link e da quello viene calcolata la banda.
Come in eigrp per le seriali non viene usato il clock ma va specificato con bandwith.

Come abbiamo detto l'algoritmo deve avere un grafo come input. Però il grafo è un modello che va bene per link punto punto. Ma se si usa uno switch ci sono tratti condivisi.
Si crea una rete a stella eleggendo un router e un suo backup. Tutto passa dal router del centro stella. Però il traffico effettivo dopo i primi pacchetti che passano dal centro stella vanno diretti. Questo viene fatto con dei messaggi di redirect che il centro stella comunica.

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License