Vshere4 Book Cap3vcenter

Prepare for Installation

Identify Hardware Requirements

Un processore da 2 Ghz, 2 GB di ram, networking 100 Mbit/s o superiore
Storage per il vcenter 1 GB , per il VMware vCenter Update Manager service se installati sulla stessa macchina 22 GB, se il db è installato sulla stessa macchina Microsoft SQL Server 2005 Express 2 GB

Identify Operating System Requirements for vCenter Server and vSphere Client

si potrebbe anche leggere ma io ho messo su win2008 e sono tranquillo

Identify Database Requirements

interessante da leggere

Identify Networking Requirements

Deve poter avere accesso pieno alle istanza delle esxi. Su win2008 disabilitare il firewall o creare delle eccezioni verso le macchine esxi.
Ci sono diverse porte che vengono aperte verso la macchina server ecco l'elenco:

  • Port 80 is required for the purpose of redirecting nonsecure requests to vCenter Server on a secure port.
  • Port 443 is the default port used to communicate with vSphere Client and to look for data from vSphere Web Access Client and other VMware Software Development Kit (SDK) applications such as the VI Toolkit. You can change this port, but vSphere Client and any SDK applications must use the vCenter Server name, followed by the nondefault port number.
  • Port 8080 is the port used by Web Services HTTP.
  • Port 8443 is the port used by Web Services HTTPS.

Sulla guida ci sono tutte le altre porte per i servizi di directory.

In conclusione dato che il vcenter si trova su una rete interna e il s.o. è abbastanza aggiornato per evitare problemi windowsiani stacco il firewall.

Identify Authentication Requirements

Bisogna avere le utenze delle macchine esxi

Install a Database

Ho installato quello di default che proponeva lui nel wizard di installazione. SQL Server 2005

Install vCenter Server

Installare vCenter Server consiste in questi passi:

  1. Preparare l'installazione.
  2. Installare vCenter Server.
  3. Install additional components.
  4. Install vSphere Client.
  5. Configure vCenter.

Ogni passo dipende da quello precedente e vanno eseguiti in ordine.

Prepare for Installation

Ecco l'elenco:

  • requisiti hw scritti sopra
  • ip statico sulla macchina
  • nome computer sotto i 15 caratteri e che rispetti il fully qualified domain name of the system
  • join al dominio e non al worgroup in questo modo si possono usare le funzionalità avanzate di vCenter Guided Consolidation Service trova sistemi anche fisici e li converte in macchine virtuali.
  • creare il db prima a meno che non si usi quello nel wizard
  • dns per connettersi al db
  • accesso diretto alle istanze degli host
  • il vCenter deve poter comunicare con ADAM (LDAP) server. Chissà cos'è?

Install vCenter Server

Scaricare il dvd montarlo nella macchina e parte la bella interfaccina scegliamo la prima voce quella del vCenter.

  • mettiamo la chiave altrimenti ci va in modalità valutazione (si può sempre inserire dopp)
  • settiamo le odbc se non usiamo il db installato di default.
  • per gli account è considerata una buona pratica settare il domain account
  • creiamo a standalone server instance, si può anche fare per chi la ha l'installazione con i gruppi di vcenter.
  • lasciamo le porte di default

Dopo tutta questa bella installazione dato che siamo su windows un riavvio ce lo mettiamo tranquillamente. Da un'analisi delle porte il vcenter non si avvia automaticamente anche se dovrebbe quindi andare in services e avviare "Vmware VirtualCenter Server". Ci sono anche altri servizi spenti bisogna analizzare quali sono quelli da attivare.

A questo punto si deve installare il vshere client ma prima installiamo componenti aggiuntivi.

Install Additional Components

Ci sono questi componenti aggiuntivi disponibili.
al momento non mi interessano si può leggere dopo

Install vSphere Client

Nelle versioni precedenti il client non gestiva anche il vcenter adesso si.
L'installazione si fa sempre dal dvd che apre la bella interfaccina.
Avanti avanti avanti
Durante l'installazione si può specificare di installare con una spunta il Sphere Host Update Utility 4.0 per fare automaticamente il pach delle installazioni senza usare vCenter Update. Una funzionalità in più ma alla fine abbiamo il vCenter.

Configure vCenter

  • Connecting to vCenter (tramite il vshere client)
  • Installing plug-ins in vSphere Client (si possono installare i plugin aggiuntivi se servono)
  • Configuring Advanced Settings
  • Creating a datacenter
  • Creating clusters
  • Adding hosts

Configuring Advanced Settings

Queste sono cose molto utili da fare assolutamente ma non oggi per adesso configuriaomo il datacenter

Create a Datacenter

Il datacenter è dove stanno gli host esxi. Fare new datacenter e dargli un nome

Add a Cluster

DSR

Il cluster non è fondamentale ma senza questo le funzionalità di High Availability (HA) and Dynamic Resource Scheduling (DRS) non possono essere attivate. Click con il destro sul datacenter e new cluster partirà il wizard.
Diamo un nome al cluster, abilitiamo le due funzioni HA e DRS andiamo avanti.
Ci chiederà in che modo vogliamo realizzare il DRS cioè come fare il bilanciamento di carico tra gli host delle nostre macchine virtuali.
Ecco le tre modalità

  • Manual : il vcenter suggerirà quando fare ciò.
  • Automatic: sceglie lui quando fare la migrazione
  • Migration Threashold: scegliere la soglia di migrazione. Aggressiva o Convervativa.

La prossima schermata è il Power Management screen, permette di accendere o spegnere gli host in base al carico. Stiamo parlando delle macchine fisiche non delle virtuali, quindi suppongo che sia una cose per risparmiare energia. Ci sono sempre le tre opzioni.

  • Manual: suggerisce ma non fa niente.
  • Automatic sposta le macchine lui virtuali e accende le fisiche
  • DPM Threshold come il discorso sopra soglia ecc.

Configure VMware HA

La schermata dell'ha ha diverse funzionalità vediamo la prima

Host Monitoring Status: abilita il monitoring degli host attraverso heartbeats. Questa funzionalità va disabilitata quando si effettuano operazioni di manutenzione per evitare problemi di isolamento, resulting in unnecessary HA failovers (booo??)

Admission Control: permette di accendere le macchine che hanno bisogno di risorse, non mi è chiara questa cosa ????????????''
Admission Control Policy non mi è chiara la policy

VM Restart Priority: in che modo gli host devono essere fatti ripartire se messo ad alto vengono fatti partire contemporaneamente.

Host Isolation Response: questo indica che cosa deve fare un host se perde connnettività con il vcenter e/o il default gw. Il default è Shut Down in questo modo spegnendo le macchine virtuali l'ha può riaccenderle su un altro host. Questo vale per gli host che hannoiscsi o nfs storage condiviso.

VM Monitoring abilitandolo si fa in modo che se VMware tools heartbeats non riceve in un dato tempo. Anche qui c'è la soglia.

Enhanced VMotion Compatibility (EVC) per il vmotion bisogna scegliere in base alla tabella (vedi altra pagina del wiki) il tipo di cpu che si ha. Abilitandola si obbliga a fare in modo che solo gli host che soddisfano i requisiti possano essere aggiunti al cluster.

Swapfile Location dove mettere i file si swap la microsoft raccomanda di tenerle insieme alla macchina.

Cluster Creato evviva.

Add a Host

Dopo aver fatto l'aggiunta dell'host chiederà la conferma della licenza

Si può fare in modo che sia impossibile collegarsi direttamente all'host ma si debba usara la maniera centralizzata di configurazione. Spuntare Enable lock mode. Se non ci sono rischi conviene non abilitarla.

Mentre si aggiunge l'host si può dare anche il resource pool creandone eventualmente uno.

Se si settano delle opzioni sul cluster licenze che sull'host non

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License